Comune di Trecastelli | Sito Istituzionale

Ripe: Il Paese dei Mestieri


Ripe è comunemente definito come “Il Paese dei Mestieri” perchè nel suo territorio sono presenti numerose e preziose realtà artigianali, altrove scomparse. A Ripe, infatti, continuano ad esistere e prosperare gli antichi mestieri che si tramandano di padre in figlio, custodendo gelosamente i segreti delle lavorazioni, frutto di anni di esperienza e di grandi sacrifici. Una tradizione, quella dell’artigianato, che affonda le sue radici nel lontano dopoguerra, quando da comunità prettamente rurale, Ripe avvia un importante processo di evoluzione e di sviluppo economico, in particolare nel settore dell’artigianato. Grazie alla laboriosità di numerosi artigiani gli antichi mestieri si evolvono e negli anni danno vita all’attuale assetto economico in cui, accanto alle lavorazioni artigianali del legno, del ferro, dei tessuti, dei metalli preziosi, sorgono molteplici iniziative imprenditoriali di valore innovativo e tecnologico. Nonostante questo importante sviluppo, a Ripe, molte delle vecchie botteghe artigiane di un tempo esistono ancora e in questi spazi, alquanto rari, si trasmettono ogni giorno valori culturalmente forti e significativi come la capacità di accettare la fatica del lavoro, il riconoscimento del potenziale creativo di ogni uomo, l’importanza di appartenere alla propria terra e alle proprie tradizioni. Nel “Paese dei Mestieri”, abitano ancora figure ormai in via d’estinzione come il calzolaio, il bottaio o le ricamatrici. Negli ultimi anni sono sorte, inoltre, nuove lavorazioni dal taglio moderno e creativo che propongono originali produzioni realizzate con la carta, la cera, le perline ed una produzione straordinaria di oggetti in miniatura. Ripe è dunque il paese in cui convivono e si coltivano i vecchi e i nuovi mestieri, dove proiezione verso il futuro e rispetto e amore per il passato si fondono in un unico, armonico, positivo sodalizio. In questo modo le antiche lavorazioni artigiane continuano a vivere e prosperare insieme alle innovative attività industriali e all'artigianato artistico locale.
Grazie a questa significativa peculiarità territoriale, nel 2008 nasce l’Associazione “Il Paese dei Mestieri” con l’intento di valorizzare le attività di artigianato artistico e come canale di promozione e salvaguardia delle attività artigianali. L’associazione ha creato una rete di numerosi artigiani disponibili a ricevere turisti e visitatori nei propri luoghi di lavoro per essere coinvolti personalmente nelle attività di cui sono maestri. Nel centro storico del paese è presente inoltre  “La Bottega dei Mestieri”, uno spazio dove è possibile ammirare una mostra permanente di alcuni lavori degli artigiani che fanno parte dell’associazione. Qui vengono proposti anche laboratori didattici rivolti alle scuole e corsi per adulti, al fine di tramandare e salvaguardare questo importante patrimonio di sapienza, espressione artistica e tradizione.

L’art director Giuliano De Minicis, con un tocco di spontanea poesia, ha creato degli appellativi suggestivi per evidenziare e valorizzare gli aspetti più significativi di ogni mestiere e per far intuire l’emozione di vivere, oggi, nel paese dei Mestieri, anche solo per il breve tempo di una visita. Dal canto suo, il fotografo Dino Montesi, “coltivatore delle immagini”, attraverso delle fotografie veramente suggestive, ha sapientemente illustrato i “volti” dei mestieri e dell’esperienza.
 

Un Canto per le occupazioni!
Nella fatica dei mestieri
E nella fatica dei campi
Io trovo gli sviluppi.
E trovo gli eterni significati.
Walt Whitman

 

   


Tutto ciò ha portato ad una serie di attività ed eventi legati ai mestieri tra cui l’annuale appuntamento con “Artigiani a Ripe: Così si lavora”, un’importante manifestazione  organizzata dalla Pro Loco di Ripe in collaborazione con l’Associazione “Il Paese dei Mestieri” e l’Amministrazione Comunale che si svolge la terza domenica di giugno e che raduna nella piazza centrale la maggior parte degli artigiani di Ripe e numerosi artigiani provenienti da altri territori, dando modo ai visitatori di poter essere coinvolti e di ammirare personalmente le tecniche di lavorazione e la singolarità dei loro oggetti.